Registrazione audio tra presenti: diritto di difesa batte riservatezza 1 a 0

Registrazione audio tra presenti: diritto di difesa batte riservatezza 1 a 0. Lecito il trattamento dei dati senza consenso dell’interessato se necessario a tutelare la propria posizione in giudizio. Il lavoratore può registrare di nascosto i colleghi per precostituirsi un mezzo di prova anti datore. È assolutamente lecito, sia dal punto di vista penale sia delle riservatezza, registrare le proprie conversazioni con i colleghi per provare la natura ritorsiva del licenziamento. È quanto stabilito dalla sentenza 28398 pubblicata il 29 settembre 2022 dalla Corte di Cassazione.

Articolo completo su:

https://www.studiocataldi.it/articoli/44985-il-lavoratore-puo-registrare-i-colleghi-di-nascosto-se-serve-come-prova.asp

Autori

Andrea Pedicone - Consigliere Studi Legislativi Leonardo Intelligence 

Ten. Rabita - Presidente della Leonardo Intelligence 

WWW.LEONARDOINTELLIGENCE.IT 

Commenti

Post popolari in questo blog

Mandato Investigativo - Sentenza Cassazione 20 GEN 2022

Una VITTORIA Italiana e della Leonardo Intelligence

LA NECESSITA’ DI FORMAZIONE PRATICA