mercoledì 10 luglio 2019

Per modificare l’assegno si può sapere dal Fisco quanto guadagna la ex-moglie



Per far modificare l’assegno di mantenimento si può chiedere al fisco quanto guadagna la ex-moglie secondo la sentenza n.29/2019 del TAR del Lazio nella sezione distaccata di Latina.

Proposta nei confronti del coniuge la domanda per la revisione degli accordi divorzili, diventa soggettivo il diritto d'accesso alla documentazione redditualei per chi ha l’interesse e diritto di difendersi in giudizio.

Nel caso di specie è il Tar del Lazio ad ordinare al Fisco di provvedere al rilascio su richiesta dell'interessato le carte entro trenta giorni ed il tutto perché, con il nuovo codice del processo amministrativo, si sancisce il diritto all’ostensione degli atti amministrativi da parte di chi ha un interesse qualificato.

Il ricorso dell’ex marito quindi viene accolto perché la domanda di ostensione non proviene da un quisque de populo (uno qualunque) ma da un soggetto che ha un interesse attuale e concreto nel curare i propri interessi in giudizio e necessità di tutelarsi, conoscendo la posizione finanziaria del coniuge e consultando i documenti nei quali emergono i redditi e i patrimoni.

Quindi, nell'obiettivo del richiedente di suffragare la domanda di modifica per i provvedimenti adottati in sede di divorzio, il Tar del Lazio sez. di Latina ha aggiunto che, il diritto di acquisire le copie della dichiarazione dei redditi è sancito dagli articoli 3, 24 e 97 della Costituzione secondo cui l’amministrazione deve fornire l’informazione qualificata.

Dott. A. Pedicone
Consigliere Studi Legislativi
Leonardo Intelligence
www.leonardointelligence.it  

Nessun commento:

Posta un commento